NEWS

DA ASSAFRICA, ETIOPIA: Agroindustria e il suo indotto driver di industrializzazione del Paese africano

Roma 5 febbraio- Una strategia di sviluppo in quattro lettere: A+D+L+I. Non è un gioco di enigmistica ma la sintesi della scelta politica dell’Etiopia che è stata al centro dell’Incontro ristretto tra la Ethiopian Chamber of Sectoral Associations e Confindustria Assafrica & Mediterraneo svoltosi oggi a Roma nel Palazzo di Confindustria.
La quattro lettere sono infatti le quattro iniziali di The Agricultural Development Led Industrialization (ADLI) , la strategia del Governo etiope per trasformarsi da Paese agricolo a Paese industriale attraverso lo sviluppo dell’agroindustria e dell’indotto ad esso collegato.
L’Etiopia ha infatti individuato il comparto agroindustriale quale driver di industrializzazione dell’intera economia nazionale: il Governo si propone appunto di colmare le carenze strutturali del settore, aumentandone la produttività e favorendo la crescita dell’industria di trasformazione alimentare e dell’ampio indotto legato al settore.
Nel corso dell’incontro, guidato rispettivamente dal Vice Presidente di Assafrica Franco Cesarini e da Ghiwot Gegziabher, Presidente dell'Ethiopian Chamber of Sectoral Associations, sono state formulate alcune interessanti proposte ed un piano di lavoro e di collaborazione reciproca.
Ulteriori dettagli nel prossimo numero di Assafrica & Mediterraneo Newsfax, il Magazine periodico su business environment e operatività nei mercati di Africa, Mediterraneo e Medio Oriente riservato alle imprese associate a Confindustria Assafrica & Mediterraneo.
Le aziende interessate e non associate possono richiederlo a:partnership@assafrica.it