NEWS

DA ASSAFRICA: A Roma Ottavo Networking Day. SACE-Frontiers:“Per lavorare in Africa fare progetti "chiavi in mano"

Roma, 5 maggio-"Il Networking è fondamentale per l’internazionalizzazione, non solo tra aziende ma anche con chi fornisce gli strumenti per facilitare questo processo, come fa appunto SACE" ha sottolineato Pier Luigi d’Agata, Direttore Generale di Confindustria Assafrica & Mediterraneo in apertura del Networking Day delle imprese associate, quest’anno svoltosi eccezionalmente nella sede di SACE a Roma.
Un incontro, quello del Network delle imprese associate giunto alla sua ottava edizione, che quest’anno coniuga l’opportunità di conoscersi con quelle di conoscere da vicino il Programma Frontiers di SACE per l’Africa Subsahariana. Nel corso della mattina si è infatti svolto l’approfondimento sul Programma Frontiers.
"Le dinamiche dell’ Africa sono estremamente promettenti. Nel 2000 sono iniziati cambiamenti strutturali, sostenibilità e processi di diversificazione delle economie che aprono enormi opportunità in diversi settori: infrastrutture; agroalimentare; sanità/servizi sociali; manifatturiero. Tutti settori in cui le imprese italiane sono competitive.
II valore aggiunto per le imprese italiane sta proprio nella capacità delle aziende di aggregarsi in filiera e rispondere alla domanda del mercato" ha evidenziato Raoul Ascari, Responsabile Global Development di SACE ( a destra nella foto )
"La chiave per lavorare in Africa è fare progetti chiavi in mano" ha poi efficacemente sintetizzato Riccardo Fanelli, Responsabile Programma Africa di SACE stessa.
Nel pomeriggio il vero e proprio incontro di Networking tra le imprese associate per la condivisione di idee, esperienze e potenziali collaborazioni.
Il Report completo nel prossimo numero di Confindustria Assafrica & Mediterraneo Newsfax.
Le imprese non associate interessate a riceverlo possono richiederlo a: partnership@assafrica.it