NEWS

ASSAFRICA SEGNALA: AFRICA, UNA SFIDA TRA GIGANTI

In piena estate, e con un dibattito politico italiano molto concentrato sulle tematiche interne, probabilmente in pochi si saranno accorti che a luglio ed agosto 2019 la stampa italiana si è occupata molto di Africa. Non per parlare di criticità e/o immigrazione ma per evidenziare i rilevanti cambiamenti economici e demografici in atto in Africa, le potenziali opportunità per le imprese che ne derivano.
Così molto si è parlato, sia pure quasi un mese dopo l'entrata in vigore della Zona di libero di Scambio africana lo scorso 7 luglio, e della ormai indiscutibile strategia politica economica che fa della Cina il principale attore economico estero in Africa.
Ma, complice la fine delle ferie estive, è invece passato in secondo piano, tranne che sulla stampa italiana specializzata sull'Africa, che è probabilmente il Giappone l'unico paese che, nei fatti, si pone come alternativa economica alla presenza cinese in Africa.
Dal 28 al 30 agosto 2019 si è infatti svolto a Yokohama la settima edizione della Tokyo International Conference of Africa's Development (TICAD), che dal 1993 si svolge ogni due anni in Giappone.

Al di là delle ingenti promesse di investimenti, e delle "liturgie mediatiche", proprie di grandi eventi internazionali come appunto TICAD o i grandi summit cinesi, resta il fatto che due grandi potenze economiche come Cina e Giappone si muovono come sistemi-paese compatti e con strategie politico-economiche chiare, ancorché spesso non condivisibili, per sostenere la loro presenza in Africa.
More: TICAD 2019