NEWS

ASSAFRICA SEGNALA:Settore Agrifood, Ciheam e Sistema Confindustria insieme per l’innovazione nel Mediterraneo

Bari, 22 novembre-Contaminazioni: tra imprese e giovani innovatori, tra Istituzioni di ricerca e Associazioni imprenditoriali.
E’ stato questo il filo conduttore di" Open Innovation," primo corso pilota di formazione nei settori dell’agricoltura e dell’agrifood di cui sono stati protagonisti 13 giovani provenienti da 9 Paesi del Mediterraneo e dell’Africa (Albania, Egitto, Italia, Kenya, Libano, Marocco, Palestina, Tunisia e Uganda).

I partecipanti, divisi in gruppi di lavoro, hanno realizzato quattro progetti innovativi per rispondere alle esigenze di tre aziende pugliesi del settore agroalimentare (Torrefazione Caffè Crème, Planetek, OP Terra di Bari). Uno scambio bidirezionale, grazie al quale le aziende pugliesi hanno beneficiato della differente visione e della conoscenza del territorio nazionale di provenienza dei giovani innovatori, tutti specialisti inviati dai Ministeri dell’Agricoltura dei diversi Paesi, secondo un processo di co-sviluppo più volte auspicato dal Presidente di Confindustria Boccia rispetto all’area mediterranea.
Realizzato dal CIHEAM Bari (Istituto Agronomico per il Mediterraneo), in collaborazione con Confindustria Puglia e con il supporto tecnico di LVenture Luiss Enlabs e Almacube, l’Incontro di fine corso e presentazione dei progetti realizzati, svoltosi presso la sede di Confindustria Bari e Bat, è stato anche l’occasione per una riflessione sulle strategie per lo sviluppo di un sistema imprenditoriale innovativo congiunto nell’area mediterranea. Se ne è ampiamente parlato nel corso della Tavola Rotonda cui hanno partecipato Pierluigi D’Agata, Direttore Confindustria Assafrica & Mediterraneo, Giuseppe Tomei, AD di LVenture EnlabLuiss, Francesco D’Onghia, Almacube, Teresa Caradonna, Presidente Piccola Industria Confindustria Bari e BAT.

Confindustria Assafrica & Mediterraneo ha evidenziato tra l’altro come anche nei Paesi dell’area sudmediterranea stiano emergendo dei Cluster tecnologici dove si sviluppano strumenti open source di innovazione e supporto alle imprese sia locali che estere.
Il Ciheam Bari fa parte della Rete CIHEAM, creata dai Governi dei Paesi Nord e Sud Mediterranei e composta da quattro centri di ricerca in Italia, Francia, Spagna e Grecia. Si pone l’obiettivo di diventare il più importante Centro di ricerca e formazione internazionale del Sud Italia.
L’interazione con Confindustria Puglia, Confindustria Bari e Bat e Confindustria Assafrica & Mediterraneo indica come la Puglia possa divenire un laboratorio di innovatività ed internazionalizzazione per il Mediterraneo e l’Africa nel settore dell’agricoltura e dell’agrifood, comparti nei quali l’Italia è notoriamente leader mondiale.
Guarda la Gallery