Camerun

Repubblica del Camerun

Geografia

Il Camerun confina a nord-ovest con la Nigeria, a nord-est con il Ciad, ad est con la Repubblica Centrafricana, a sud con Congo Brazzaville, Gabon e Guinea Equatoriale. Il Paese è caratterizzato dalla presenza di sorgenti termali e di tracce di attività vulcanica attuale o passata; il Monte Camerun, il più alto dell'Africa occidentale sub-sahariana, è un vulcano attivo. Il territorio si allunga per 11 gradi di latitudine pertanto il paesaggio è molto variegato: paludi di mangrovia e dense foreste tropicali lungo i 400 km di costa, altopiani coperti da boschi nell'area centrale, zona arida del deserto del Sahel nel nord. Conseguentemente, anche il clima è vario: tropicale in prossimità della costa, semi-arido ed afoso a nord.


- Superficie: 475.440 kmq
- Capitale: Yaoundé
- Principali centri: Douala, Nkongsamba, Maroua, Garoua, Bafoussam, Bamenda, Tiko, Kribi
- Moneta ufficiale: Franco CFA (Comunità Finanziaria Africana). Oltre che del Camerun, tale moneta è la valuta legale di Repubblica Centrafricana, Chad, Congo, Guinea Equatoriale e Gabon; l'autorità responsabile è la BEAC Banca degli Stati dell'Africa Centrale che compongono la Comunità Economica e Monetaria dell'Africa centrale(CEMAC).

Demografia

- Popolazione: 19.294.149 ab.
- Densità: 34 ab. per kmq

Cultura

- Le lingue ufficiali sono il francese e l'inglese ma sono diffusi 24 grandi gruppi di lingue africane tra cui: Douala, Bamiléké, Bakoko, Bassa e Ewondo
- Religione: culti indigeni (40%), cristiana (40%), musulmana (20%)

Economia

Il Camerun è il 14° Stato africano per popolazione (circa 20 milioni di abitanti), l'ottavo per reddito pro-capite (quasi 11.000 US$ a prezzi correnti) ed il 12° produttore di petrolio in Africa (in media 64.000 barili al giorno). L'economia possiede alcuni volani importanti, tra cui la diversificazione dei prodotti agricoli, le risorse forestali (oltre 18 milioni di ettari) oltre alla tradizionale, ancorche' decrescente, dotazione di petrolio. L'agricoltura, compresi anche l'allevamento, la pesca e le foreste, svolge un ruolo molto importante nell'economia del paese. Contribuisce per il 20% alla formazione del PIL ed impiega il 60% della popolazione attiva. Si tratta di coltivazioni in piccola scala, e solo il 10% è rappresentato da piantagioni su scala industriale. Le cinque principali colture agricole di esportazione sono il caffé, cacao, cotone, banane, caucciu'.

Dati Macroeconomici

- PIL : 19.915 milioni € (2013)
- PIL pro capite: 1.177 $ (2013)
- Tasso di crescita reale del pil: 4,6% (2013 est.)
- PIL diviso per settori: agricultura: 20.6% industria: 27.3% servizi: 52.1%
- Tasso di inflazione: 2% (2013)

Commercio estero

Importazioni
Principali importazioni: macchinari; macchine elettriche; attrezzature per il trasporto; carburante; prodotti alimentari
Totale importazioni:6.795 milioni $ (2013 est.)
Principali fornitori:Cina 18.7%, Francia 14.9%, Nigeria 12.3%, Belgio 5.2%, USA 4.4%, India 4.2%

Esportazioni
Principali esportazioni: petrolio greggio e prodotti petroliferi; legname; semi di cacao; alluminio; caffè; cotone
Totale esportazioni:6.002 milioni $ (2013 est.)
Principali clienti:Cina 15.2%, Paesi Bassi 9.7%, Spagna 9.1%, India 8.6%, Portogallo 8.1%, Italia 6%, USA 5.5%, Francia 4%

Interscambio con l'Italia
Totale esportazioni: 114 milioni € (+1,8%) (2013)
Principali prodotti italiani esportati:Altre macchine per impieghi speciali, Prodotti chimici di base, fertilizzanti e composti azotati, materie plastiche e gomma, Mobili, Articoli in materie plastiche, Altre macchine di impiego generale, Altri prodotti in metallo, Autoveicoli
Totale importazioni: 115 milioni € (-58,0%) (2013)
Principali prodotti importati in Italia:Metalli di base preziosi e altri metalli non ferrosi; combustibili nucleari, Legno tagliato e piallato, Prodotti di colture permanenti, Prodotti in legno, sughero, paglia e materiali da intreccio, Cuoio conciato e lavorato; articoli da viaggio, borse, pelletteria e selleria; pellicce, Legno grezzo

 

 News