Rep. Centrafricana

Repubblica Centrafricana

Geografia

La Repubblica Centrafricana è situata al centro del continente africano e non ha sbocchi sul mare. I suoi confini sono: a nord il Ciad, ad ovest il Camerun, a sud il Congo-Brazzaville e il Congo-Kinshasa, ad est il Sudan. Il Paese è costituito in prevalenza da un altopiano alto 600 m; il territorio è percorso da numerosi fiumi che scorrono verso il lago Ciad, a nord, e verso il fiume Congo, a sud. La vegetazione più diffusa è la savana, ma la parte nord-orientale è molto arida, mentre la foresta pluviale occupa la parte sud-occidentale.


- Superficie: 622.984 kmq
- Capitale: Bangui
- Principali centri: Bambari, Bossangoa, Nola, Bouar, Bria, Birao, Bangassou, Mbaiki
- Moneta ufficiale: Franco CFA (Comunità Finanziaria Africana) (BEAC) (XAF). Oltre che della Repubblica Centrafricana, tale moneta è la valuta legale di: Camerun, Guinea Equatoriale, Chad, Congo e Gabon; l'autorità responsabile è la Banca degli Stati dell'Africa Centrale (BEAC)

Demografia

- Popolazione: 4.844.927
- Densità: 5,7 ab. per kmq

Cultura

- La lingua ufficiale è il francese, pur essendo il sango lingua franca e nazionale; diffuso anche il swahili nell'est, l'arabo nel nord, e l'hunsa
- La religione prevalente è quella animista ma vi sono altre minoranze: cattolica (25%), protestante (25%), musulmana (15%)

Economia

L'agricoltura di sussistenza e la silvicoltura rimangono i settori principali dell'economia della Repubblica Centrafricana, in cui più del 70% della popolazione vive in villaggi. Dall'agricoltura deriva più della metà del PIL ed i principali prodotti sono: cotone, caffè, tabacco, manioca, miglio, mais, banane e legno (la cui lavorazione fornisce il 16% degli introiti commerciali). L'industria principale è quella dei diamanti, che rappresenta il 54% dei ricavi delle esportazioni, seguita dall'agroindustria e dall'industria tessile. Tra i fattori che frenano lo sviluppo economico di questo Paese vi è quello geografico - la mancanza di sbocchi sul mare – cui si aggiunge il povero sistema di trasporti, la manodopera poco qualificata e la gestione inefficace delle politiche macroeconomiche.

Dati Macroeconomici

- PIL : 3.336 milioni $ (2013 est.)
- PIL pro capite: 700 $ (2013 est.)
- Tasso di crescita reale del pil: -14.5% (2013 est.)
- PIL diviso per settori: agricoltura: 56.6% industria: 14.5% servizi: 28.9%
- Tasso di inflazione: 7% (2013 est.)

Commercio estero

Importazioni
Principali importazioni: prodotti alimentari; prodotti tessili; prodotti petroliferi; macchinari; impianti elettrici; veicoli a motore; prodotti chimici e farmaceutici; beni di consumo; prodotti industriali
Totale importazioni:218 milioni $ (2013 est.)
Principali fornitori:Paesi Bassi 20.3%, Francia 9.7%, Camerun 9.1%, Sud Korea 9.1%

Esportazioni
Principali esportazioni: diamanti; legno; cotone; caffè; tabacco
Totale esportazioni:138 milioni $ (2013 est.)
Principali clienti:Belgio 31.7%, Cina 27.9%, Repubblica Democratica del Congo 7.8%, Indonesia 5.2%, Francia 4.5%

Interscambio con l'Italia
Totale esportazioni:1 milioni di euro (-27,2%) (2013)
Principali prodotti italiani esportati:Strumenti e forniture mediche dentische, Aparecchiature per le telecomunicazioni, Prodotti d'elettronica di consumo audio e video, Prodotti di colture agricole non permanenti, Carne lavorati e conservati e prodotti a base di carne
Totale importazioni:0,5 milioni di euro (-58,1%) (2013)
Principali prodotti importati in Italia:Legno tagliato e piallato, Legno grezzo, Prodotti di colture agricole non permanenti, Prodotti di colture permanenti, Piante vive

 

 News